Classe 2001, formatosi nel settore giovanile del FC Mendrisio, è ormai diventato un jolly difensivo dalla forte personalità, nei momò è arrivato presto in prima squadra dove ha raccolto 14 convocazioni in prima lega ed ha esordito a poco piu’ di 15 anni contro il FC Gossau nell’ottobre del 2016.

Lo scorso anno ha accettato l’invito di Roberto Gatti (già suo allenatore a Mendrisio) di giocare in seconda lega per il Vedeggio Calcio, società che lo ha accolto a braccia aperte e valorizzato con 20 presenze in campionato e 3 in coppa.

Le sue ottime prestazioni gli hanno subito aperto le porte per un “salto di categoria” ed il Novazzano dell’attento DS Mantovani, non se lo è lasciato scappare.
Federico, pur con il dispiacere di lasciare a Vedeggio compagni e staff con i quali ha avuto uno splendido rapporto, ha deciso, una volta ancora, di accettare una sfida importante e di andare, a giocarsi le sue chance in seconda interregionale, portando con sé entusiasmo e determinazione che lo hanno caratterizzato fino ad ora.

Federico ci racconta la nuova avventura – innanzitutto sono stato davvero felice di aver ricevuto la chiamata del Novazzano e di quanto prospettatomi – per la vecchia società – sinceramente mi è dispiaciuto lasciare Vedeggio, una società di persone favolose che mi hanno dato fiducia e messo nella condizione di giocare con continuità nello scorso campionato. Ne ho parlato anche con loro circa la possibilità di salire e giocare in seconda inter ed ho quindi deciso di accettare la proposta che mi è stata fatta da Mantovani – continua – da sempre mi alleno e gioco al 100% per arrivare il più in alto possibile e quindi ho visto questa possibilità, e Novazzano come un gradino successivo alla scelta fatta l’anno scorso di giocare il campionato di seconda lega  – per il futuro – so che dovró impegnarmi al massimo per conquistarmi un posto in squadra e per ripagare la fiducia di una importante società come Novazzano ma questo non mi spaventa, sono abituato a lottare per conquistre qualcosa a cui tengo.

Un grande esempio di umiltà e determinazione che dovrebbero essere i valori principali di ogni sportivo.