Martinelli AndreaAndrea Martinelli ha girato tutto il Mendrisiotto: Chiasso, Mendrisio, Castello e ora Novazzano. Testa sempre alta, piedi ottimi e tanta qualità. È lui, principalmente, assieme all’altro acquisto estivo Piccioli, ad aver fatto fare il salto di qualità al Novazzano. Squadra attualmente in quinta posizione nel campionato di Seconda Lega Regionale ed ancora in corsa per la Coppa Ticino. Dopo Michel Kabamba del Balerna, tocca a Martinelli lanciare il derby di venerdì.

Come stai vivendo questo campionato? Sei soddisfatto del tuo rendimento finora?
“Essendo passato dal Castello al Novazzano nel corso dell’estate e dunque entrando in un nuovo ambiente ho affrontato questo campionato con nuovi stimoli e con rinnovato entusiasmo. Ho sempre dato il massimo e sono soddisfatto delle mie prestazioni.  Vorrei però entrare maggiormente nel tabellone dei marcatori. Mi manca il gol e spero arrivi nelle prossime gare”.

Visto che hai giocato in Seconda Lega Interregionale sei il giocatore adatto a spiegarci la principale differenza tra il campionato interregionale e quello regionale…
“Dal mio punto di vista, affrontando squadre svizzero-tedesche cambia il modo di preparare e disputare una gara. La Seconda Interregionale è sicuramente più maschia, è un campionato in cui la condizione fisica la fa da padrone e da quel punto di vista bisogna farsi trovare pronti. In Seconda Lega invece i ritmi sono un po’ più bassi, ma conta maggiormente il gesto tecnico”.

[blockquote style=”2"]”Nel corso dell’estate abbiamo cambiato molto…ci vuole tempo per poter costruire qualcosa di grande” Andrea Martinelli[/[/blockquote]/p>

Nel girone di ritorno siete partiti col piede giusto. Pensi che puntare alle prime due posizioni sia ancora possibile?
“Siamo una buona squadra che non ha paura di nessuno e che sicuramente se la può giocare con tutti. La società ha lavorato molto bene, cambiando molto a livello di organico. Questo aspetto però richiede tempo: non è facile poter lottare per il titolo alla prima stagione, dopo aver cambiato gran parte della rosa. Nel calcio comunque nulla è impossibile, noi daremo il 100%.

MartinelliAndrea28Castello29-3
Dopo diversi anni a Castello sei passato appunto al Novazzano, come ti trovi?
“Dopo aver trascorso tre splendide stagioni a Castello, dove prima di tutto eravamo tutti amici, non pensavo di trovare un’altra società così unità. Invece ho dovuto ricredermi. Anche qui c’è un bellissimo gruppo. Oltretutto ora gioco per la squadra del mio paese siccome mi sono trasferito di casa”.

Domani sfiderete il Balerna…partita normale o particolare? 
Un derby è sempre un derby e non può mai essere una partita come un’altra! Sono sicuro che sarà una bella gara, combattuta fino all’ultimo. All’andata abbiamo perso malamente, ora siamo cresciuti. Vogliamo rifarci

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp