Tramite i social, Mauro Giussani esprime la sua soddisfazione per il trasferimento alla Juve di Vlasenko, cresciuto nel Team Ticino, ecco le sue parole:

Il Team Ticino e la formazione che rispetta i tempi e non rincorre successi immediati!!!

Nikita Vlasenko, il nostro capitano U18, si è appena accasato alla Juventus, cercato e voluto dal prestigioso club italiano !Eppure Nikita non ha mai vinto un campionato negli anni passati dalla U14 alla U18 al Team, eppure Niki non è mai stato convocato in una nazionale giovanile svizzera, eppure non ha mai vinto un torneo internazionale o una coppa!

Ecco! Questo a sottolineare ancora una volta, per chi ancora non l’avesse capito, che la qualità di un buon lavoro formativo non è misurabile dai campionati vinti, dalle partite vinte o dalle convocazioni in Nazionale, ma da una programmazione stabile, equilibrata, sensibile alle necessità individuali, che abbia il rispetto dei tempi di crescita, che lasci spazio alla crescita extracalcistica, che tenga conto del contesto sociale e dell’ ambiente in cui il ragazzo vive.
Nel metodo di formazione del Team questi valori hanno un enorme importanza e vengono privilegiati quotidianamente, la vittoria è solo una delle componenti della formazione e ma non è determinante ai fini di una valutazione del lavoro svolto .

Tutti i migliori formatori al mondo concordano sul fatto che la PAZIENZA nella valutazione e nel lavoro sul campo, il RISPETTO delle diverse caratteristiche e delle diverse necessità di ogni singolo giocatore, siano le migliori caratteristiche di un metodo di formazione finalizzato alla crescita e non ai successi immediati, ed anche noi formatori e dirigenti del TT ci riconosciamo in questo modello formativo, quindi grazie Nikita che con questo tuo trasferimento, consolidi la convinzione di tutti noi che la strada intrapresa da anni sia quella giusta per la nostra realtà!

Questo trasferimento è un insegnamento importante anche per tutti gli altri nostri giocatori, infatti Nikita si è sempre allenato in modo serio e professionale, indipendentemente dai risultati , ha affrontando in modo positivo anche i periodi negativi, ed è riuscito contemporaneamente a portare avanti con profitto anche il percorso scolastico, questo sì che è un successo formativo importante e definitivo.

A Nikita sono state riconosciute le sue grandi qualità calcistiche e personali, non le medaglie vinte e per noi questa è la vera soddisfazione .
Complimenti Nikita!!