Soltanto un giorno di allenamento, e il Locarno targato Frigomosca è già sceso in campo per sostenere la prima amichevole stagionale contro il FC Lugano di Pier Tami. Sconfitti per 0-4, le bianche casacche, ovviamente non fanno drammi, sapendo che il percorso da compiere è ancora lungo. ” Ci siamo ritrovati il giorno successivo all’uscita contro il Lugano. Naturalmente la partita contro i bianconeri non fa testo perché dare valutazioni dopo un giorno solo è sempre difficile e sbagliato”, esordisce il presidente Michele Nicora.

La Seconda Interregionale…

“La squadra si è rinnovata per il 60% con giocatori d’esperienza che ci possano garantire sostanza e costanza in un campionato difficile come quello di Seconda Lega Interregionale. L’obiettivo è quello di lottare per le prime posizioni e se va tutto bene cercare la promozione. Obiettivo ambizioso, ma sicuramente alla nostra portata”.

Giovani e attrattività

“Intendiamo promuovere anche i giovani nostrani, quelli prodotti dal vivaio delle bianche casacche. Con il Lugano hanno giocato alcuni di questi. Le società dovrebbero mandarci giovani interessanti con buone potenzialità, ma non è facile portare avanti un discorso del genere. Noi facciamo il possibile. Vogliamo essere attrattivi attraverso i risultati”.

Poche parole e più fatti

“Promesse? No, posso solo garantire impegno totale da parte di tutti per fare in modo che il Locarno torni ad essere il Locarno dei tempi d’oro”.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
Visit Us
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS