Per le statistiche il Sion quasi spacciato  

1.LUCERNA: Si prende di prepotenza il primo posto nella nostra Power Ranking della 21 giornata. Segni di risveglio.  Sotto di un gol ha reagito ribaltando il risultato.  Seoane ha creato un gruppo di uomini,  con questa vittoria prende aria e morale e soprattutto punti pesanti

2.ZURIGO: Alla fine del primo tempo, si pensava che la bella favola della “matricola” Zurigo fosse giunta al termine. Invece nel secondo tempo ha annichilito il San Gallo con determinazione e rabbia. Negli spogliatoi qualcuno assicura di avere sentito le urla di Forte: il risultato si è visto.

3.LUGANO: Ancora Gerndt! Ancora vittoria: tre punti dal terzo posto e ben 11 dalla decima e ultima posizione. L’Europa torna ad essere l’obbiettivo principale?

4.YOUNG BOYS: Esagerati: come natura insegna e vocazione conferma. Come tendenza suggerisce e ispirazione comanda. Come L’YB che quando viaggia, incurante del fattore campo impone. Una vittoria importante quella di Losanna che conferma il distacco dal Basilea (+5) e la ritrovata forma di due professionisti esemplari: Hoarau e Sulejmani.

5.BASILEA: Si ritrova dopo lo scivolone interno contro il Lugano e prepara al meglio lo scontro di questa sera in Champions.

6.GRASSHOPPER: Gli errori di gioventù fanno si che le “cavallette” prendano la classifica come un ascensore: un week end ai piani alti, l’altro nei piani intermedi. La sconfitta pesa, ma pesa ancor di più il disinteresse del pubblico per questa gloriosa squadra. In quattromila e poco più nello stadio che è casa dei cugini.

7.LOSANNA: Ha reagito solo dopo il terzo gol subito, forse più perchè i bernesi a quel punto hanno rallentato il  ritmo. Squadra inesistente, inconcludente. Celestini insiste con la difesa a tre e i risultati si vedono….

8.SAN GALLO: Il primo tempo aveva dato l’impressione di un San Gallo in recupero, poi la notte è scesa di nuovo. In otto partite sette sconfitte e una sola vittoria sofferta contro il Sion. Al momento si salva per aver iniziato il campionato nei migliori dei modi, ma da ottobre c’è il buio.

9.THUN: Lotta, prova in tutte le maniere a mettere in difficoltà i Campioni non riuscendoci . Scivola al nono posto, ma rimane ancora con una buona distanza dal Sion (+7): prestare attenzione…

10.SION: Possiamo pur dire che quando gira storto tutto va di conseguenza. Se prima erano sei i punti dalla nona adesso sono diventati sette. La cosa che preoccupa di più sono le statistiche. Negli ultimi cinque stagioni (dalla 2013-14) chi era ultimo dopo ventuno giornate è retrocesso, salvo nel 2015-16 dove il Vaduz si presentava al decimo posto con 19 punti per poi salvarsi a discapito dello Zurigo. Missione impossibile?