A quattro giorni dalla scialba prestazione, costata una meritata sconfitta, contro il Thun, il Lugano torna a giocare per i tre punti domani pomeriggio a Sion

Al Tourbillon, a partire dalle ore 16:00, è in programma la sfida valida per la 20a giornata di Raiffeisen Super League. La parola d’ordine in casa bianconera non può che essere “riscatto”. E così dovrà giocoforza essere. Il gruppo, che il giorno seguente la battuta d’arresto, per certi versi inaspettata, con i bernesi ha avuto un confronto su ciò che non ha funzionato – nonostante i presupposti positivi della vigilia -. A partire da questo momento si capirà se la scossa interna avrà avuto i suoi benefici, oppure si continuerà a vivere sul “chi va là” anche per i giorni a venire.

Gli avversari dei sottocenerini sono al debutto ufficiale nel nuovo anno, in quanto la sfida di Lucerna non ha potuto avere luogo a causa della neve caduta anche nella Svizzera tedesca. Ci si deve dunque attendere un Sion affamato e voglioso di ripartire al meglio. Curiosamente per i vallesani, la prima partita del girone risulta essere la medesima dell’esordio stagionale. Nella terza decade di luglio, i ticinesi furono ospiti dei vallesani e, con un po’ di fortuna, ma con tanta caparbietà, riuscirono a tornare a casa con i tre punti. Lo stesso aspetto che sembra svanito da un po’ di tempo a questa parte. Per ritrovarlo, la medicina migliore è conquistare la posta piena. Non importa come, non importa se essa giungerà su una deviazione, su un tiro “sporco” o quant’altro. Ciò che conta davvero è ritornare a muovere la classifica, stagnante da un periodo troppo lungo.