Il Lugano conquista un buon punto a Basilea, grazie a una prodezza di Sadiku e… un’incertezza di Da Costa

Noam Baumann – s.v. – il terribile scontro con Balanta lo toglie dal match dopo appena mezz’ora. Chiude il suo pomeriggio all’ospedale;

(30′ David Da Costa – 3 – il ruolo del portiere crudele. Un errore e il giudizio è negativo. Con lui accade proprio così. Peccato, perché vanifica con la classica incertezza il gran lavoro di tutta la squadra);

Fulvio Sulmoni – 4,5 – prestazione di assoluto valore per il ticinese. In velocità non può competere con Okafor, ma con l’esperienza assolutamente sì. È così che agisce, con ottimi risultati;

Mijat Marić – 4,5 – un infortunio alla caviglia lo costringe a lasciare il campo sullo zero a zero. Controlla a proprio piacimento Ajeti, al quale non lascia alcuna chiara occasione da rete;

(64′ Carlinhos Junior – 3,5 – una trentina di minuti di anonimato, nel corso dei quali si fa vedere per aver subito un fallo da Balanta nei recuperi);

Fabio Daprelà – 4 – come tutto il reparto arretrato lotta come un leone, prendendo tante botte e dandone altrettante;

Numa Lavanchy – 3,5 – il suo apporto e la sua grinta sono fuori discussione. Gli manca tuttavia ancora qualcosa per fare la differenza;

Miroslav Čovilo – 4 – inserito per aumentare la presenza fisica a centrocampo, non sfigura, pur limitandosi a difendere con le unghie e con i denti fino al triplice fischio finale;

Jonathan Sabbatini – 4,5 – partita di totale sacrificio per il capitano, che dirige come al solito i suoi compagni, dettando i tempi di gioco e rimanendo sempre sull’attenti. Manda al tiro Sadiku con un tocco delizioso, liberandosi di due avversari;

Bálint Vécsei – 4 – a un primo tempo senza mordente segue una ripresa con più convinzione. Avrebbe tutte le qualità per emergere, ma spesso si dimentica di averle;

Domen Črnigoj – 4 – lotta, corre e aiuta i compagni in tutte le zone del campo. La volontà e la grinta sono due aspetti che contraddistinguono il suo gioco;

Mattia Bottani – – non è sicuramente la sua partita migliore. Nei primi quarantacinque minuti non riesce a dare l’impulso sperato. Giustamente sostituito;

(46′ Armando Sadiku – 5 – è proprio un bomber di razza. Ci prova da tutte le posizioni, sapendo che, prima o poi, la palla entrerà. Il golazo dai 30 metri ne è la chiara conferma);

Alexander Gerndt – 4 – pur giocando con la consueta generosità, che fa parte del suo carattere, è meno incisivo del solito. È indispensabile per il gioco bianconero;

Fabio Celestini – 4,5 – il sesto incontro consecutivo senza conoscere la parola sconfitta non è frutto del caso. Il punto di Basilea allontana ulteriormente il Neuchâtel Xamax e avvicina la salvezza.

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Zurigo, la conquista della salvezza non passerà da... Hekuran Kryeziu (a sinistra), qui in contrasto con il bianconero Numa Lavanchy - © Keystone/FCZ Lo Zurigo dovrà cercare di conquistare la salvezza...
Ivo Frosio e Karl Grob, in tre giorni il mondo del... Karl Grob - © Keystone/FCZ Giovedì 18 aprile era toccato a Ivo Frosio lasciare il mondo terreno, sabato 20 è stato raggiunto da Karl Grob. Nel bre...
Grasshopper, Uli Forte: “Finché c’è vi... Uli Forte - © Keystone/gcz.ch La situazione sportiva del Grasshopper, con l'ultimo posto in solitaria in Raiffeisen Super League, è drammatica. Tu...
Lugano, Angelo Renzetti e un 65° compleanno da fav... Fabio Celestini (a destra), a fianco del patron bianconero Angelo Renzetti - © fclugano.com La 30ª giornata di Raiffeisen Super League, che si chi...
Zurigo, Magnin incassa la fiducia di Canepa: ̶... © Twitter FC Zürich A seguito del pesante kappaò rimediato a Cornaredo venerdì sera, la posizione di Ludovic Magnin è sempre più in bilico I tant...
Lugano, la società bianconera replica e invita i t... Dopo il successo riscontrato a Basilea, la società bianconera replica e invita i propri sostenitori a seguire i ragazzi nella trasferta in casa dei C...
FC Lugano, le ragioni del Pres!     Lugano balzo in avanti. Adesso si punta all'Europa Adesso ci vuole un piccolo capolavoro, le premesse ci sono tutte. Il Lugan...
RSL, Carlinhos Junior e Ricky van Wolfswinkel di n... Nei due anticipi del Venerdì Santo della 30ª giornata di Raiffeisen Super League hanno gonfiato la rete avversaria due calciatori che si trovano app...
Lugano, due calciatori bianconeri hanno visto gial... Nel corso della vittoriosa partita di ieri sera contro lo Zurigo sono stati due i calciatori del Lugano ammoniti dal direttore di gara Sandro Schäre...
RSL, Grasshopper-Thun, Forte: “Se vogliamo r... Uli Forte - © Keystone/gcz.ch La lanterna rossa Grasshopper non ha scelta: se vuole affrontare almeno lo spareggio promozione/retrocessione dovrà ...