Una vittoria sarebbe stata la giusta ricompensa, ma un po’ di imperizia e un po’ di imprecisione sono state le pecche dei bianconeri nel corso di una ripresa giocata all’attacco

Noam Baumann – 3,5 – praticamente inoperoso per tutto l’incontro, si merita una lieve insufficienza per l’indecisione che non gli permette di allungarsi a dovere sul tiro di Djuricin;

Numa Lavanchy – 4 – l’ex di turno disputa una partita ordinaria, pensando più a difendere che ad attaccare. Dà tutto ciò che ha in corpo ed è per questo motivo particolare che piace il suo atteggiamento;

Ákos Kecskés – 3,5 – deve crescere ancora molto. Spesso, con il pallone tra i piedi appare spaesato, non sapendo cosa fare e, di conseguenza, come agire;

Mijat Marić – 4,5 – è il leader incontrastato del reparto arretrato. Dalle sue parti non si passa, perché, oltre all’esperienza, si impone con la caratteristica fisicità;

Dragan Mihajlović – 4,5 – più propositivo del suo dirimpettaio di destra Lavanchy, il 91 offre ottimi cross ai compagni, i quali non riescono ad approfittarne pienamente;

Mario Piccinocchi – 3,5 – è all’origine del gol zurighese con un errore in impostazione, dovuto alla superficialità di concentrazione. Migliora con il passare dei minuti, ma l’infortunio del 13′ resta indelebile;

(70′ Petar Brlek – s.v. – gli ultimi venti minuti in cui non fa la differenza);

Jonathan Sabbatini – 5 – il capitano è presente in ogni zona del campo. Da una sua azione prolungata nasce la rete del pareggio. Il centrocampo non può fare a meno di lui;

Bálint Vécsei – 4 – partita senza acuti per l’ungherese, che, pur provando a farsi valere, non trova mai il guizzo giusto;

Mattia Bottani – 3,5 – il suo è un incontro di sacrificio, ma, quando deve utilizzare le sue armi (la tecnica su tutte) si perde in un bicchier d’acqua. Esce con il muso e, alla fine (le immagini televisive confermano), non osserva gli ultimi minuti, preferendo tenere gli occhi sul cellulare…;

(64′ Armando Sadiku – 4 – il suo tiro, deviato da un difensore, non inganna di un nulla Lindner, che respinge solo con la punta del piede sinistro);

Carlinhos Junior – 5 – segna un gol da vero rapace dell’area di rigore. Se ne mangia un altro, mandando alto di testa da un metro. Nonostante tutto, è molto mobile e le prova tutte;

Alexander Gerndt – 4 – quando non segna, il Lugano non vince. È un dato stagione appurato. Peccato, perché la chance di gonfiare la rete se la ritrova sul suo piede preferito…;

Fabio Celestini – 4,5 – è una media tra un primo tempo all’ “acqua di rose” (in particolare i primi venticinque minuti circa) e un vigoroso secondo tempo. I suoi ragazzi gettano alle ortiche un successo, che dovrà arrivare a tutti i costi mercoledì in casa contro il Neuchâtel Xamax.

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Calciomercato, il Grasshopper non potrà più contar... Shani Tarashaj - © FC Emmen Shani Tarashaj non vestirà più la maglia biancoblù del Grasshopper. L'Everton detentore del suo cartellino, lo ha infa...
RSL, venerdì prenderà avvio la nuova stagione con ... Venerdì 19 luglio 2019 la Raiffeisen Super League inizierà il suo ciclo di partite ufficiali con lo scontro che metterà di fronte Sion e Basilea La...
Servette, anche Alain Geiger si accoda ai colleghi... Alain Geiger - © Keystone/Martial Trezzini/lenouvelliste.ch In un'intervista rilasciata alla NZZ am Sonntag il tecnico del Servette Alain Geiger h...
Chiasso, continua il rafforzamento della rosa: dal... Merlin Hadzi - © FC Chiasso A poco meno di una settimana dall'inizio del nuovo campionato, il Chiasso ha ufficialmente annunciato di essersi assic...
Lugano, l’analisi post-Inter: a preoccupare ... La partita con l'Inter, valida per la Casinò Lugano Cup 2019, ha mostrato un Lugano tanto, forse troppo, rispettoso del più blasonato avversario, ch...
Lugano, la certezza che si sta dimostrando tale ri... Già lo si era notato nel corso del girone di ritorno della passata stagione. In questo pre-campionato se ne è avuta la certezza: Noam Baumann è un e...
Amichevoli, il debutto di Valon Behrami non cambia... © Everton FC Impegnato nell'ultimo test pre-stagionale, il Sion ha collezionato il quinto pareggio in altrettante partite Di questi, ben quattro ...
Casinò Lugano Cup, mister Fabio Celestini: «Mi sar... Nonostante ci sia sempre qualcosa da migliorare, il tecnico bianconero Fabio Celestini vede il bicchiere mezzo pieno al termine della sfida amichevo...
Casinò Lugano Cup, il Lugano è troppo rispettoso (... L'edizione 2019 della Casinò Lugano Cup viene conquistata dall'Inter, che supera il Lugano 2-1 Nonostante la differenza di condizione atletica, i n...
Calciomercato, mentre avvia i contatti con Pajtim ... Michael Frey - © Twitter Fenerbahçe SK Dopo un solo anno in Turchia, Michael Frey potrebbe lasciare il Fenerbahçe, che dal canto suo ha avviato de...