Il pareggio conseguito contro il Lucerna ha messo termine a una serie di cinque partite in Raiffeisen Super League nella quali il Lugano non aveva incamerato alcun punto

Come capitato nelle ultime uscite, i ragazzi che hanno guidato i compagni sono stati i medesimi, e che, a nostro parere, meritano un’altra volta di salire sul podio dei tre migliori.

Jonathan Sabbatini – oramai ci ripetiamo, ma lo facciamo più che volentieri. È lui il vero leader del gruppo e non a caso indossa la fascia di capitano. Pochi altri hanno il suo carisma. Con la sua carica interiore, sta cercando di far uscire dalle sabbie mobili i compagni di squadra – voto: 4,5.

Noam Baumann – sarà anche che fuori dai pali non sarà il massimo, ma nell’area di rettangolo che va da un palo all’altro è un felino. Compie un paio di interventi prodigiosi (quello su Ibrahima Ndiaye è superlativo) che consentono ai bianconeri di uscire imbattuti – voto: 4,5.

Carlinhos Júnior – si sblocca dopo appena quattro minuti e nella ripresa le prova tutte (anche un tiro inguardabile) senza riuscire a gonfiare la rete per la seconda volta. Piano piano sta ritrovando la forma ideale. Proprio come capitato la scorsa stagione, quando si era convinto di dover mostrare qualcosa di più prima di trasferirsi altrove. Quello con il Lucerna sarà il primo di tanti gol? Giovedì a Ginevra avremo già la una prima risposta – voto: 4,5.

Potrebbero interessarti anche queste notizie: