Al termine del pareggio (il quarto consecutivo) conseguito contro il Sion, mister Fabio Celestini è rammaricato per non aver potuto gioire tra le mura amiche

Il tecnico del Lugano non demorde ed è fiducioso che la vittoria in casa arriverà molto presto. Magari già venerdì contro lo Zurigo…

“Nei primi venti minuti della ripresa i nostri attaccanti non tenevano più palla e, nonostante non subissimo azioni offensive vallesane, la partita era equilibrata e poteva pendere da qualsiasi parte. Per questo motivo non mi sono piaciuti quei momenti. Ho effettuato due cambi non tanto perché le prestazioni di chi è uscito non fossero di valore, bensì per dare una scossa al gruppo. Poi, è arrivato il loro gol che poteva demoralizzarci. La reazione della squadra è stata però fantastica. Il rammarico resta, perché credo che prima della rete meritassimo noi, così come dopo”.

“Stiamo facendo dei passi piccoli alla volta. Queste partite si possono anche perdere. Quando riusciremo a conquistare una vittoria, questi pareggi avranno ancora più valore. Siamo sulla strada giusta, contro il Sion abbiamo avuto la conferma che nessuno riesce a batterci. Al loro gol sono rimasto impassibile e ho pensato a una maledizione tra le mura amiche. È da ottobre che non vinciamo a Cornaredo, ma assicuro che stiamo facendo di tutto per portare a casa un successo. Con tutto quello che creiamo, sembra che le porte siano maledette per noi. Sono sicuro che ci sbloccheremo presto”.

“Il 50% delle reti che noi subiamo arrivano da nostri errori. Non so se sia una questione di concentrazione o di fiducia. È chiaro che dobbiamo lavorare per eliminare questo tipo di infortuni. Anche davanti alla porta avversaria ci manca un po’ di cattiveria. È capitato a Basilea ed è successo con il Sion. Qualche decisione sbagliata di troppo ci sono costati sinora diversi punti. Poi, indipendentemente dai protagonisti in campo, e nonostante parecchie assenze, creiamo tante occasioni da rete, confermando di essere sempre presenti”.

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

RSL, venerdì prenderà avvio la nuova stagione con ... Venerdì 19 luglio 2019 la Raiffeisen Super League inizierà il suo ciclo di partite ufficiali con lo scontro che metterà di fronte Sion e Basilea La...
Servette, anche Alain Geiger si accoda ai colleghi... Alain Geiger - © Keystone/Martial Trezzini/lenouvelliste.ch In un'intervista rilasciata alla NZZ am Sonntag il tecnico del Servette Alain Geiger h...
Chiasso, continua il rafforzamento della rosa: dal... Merlin Hadzi - © FC Chiasso A poco meno di una settimana dall'inizio del nuovo campionato, il Chiasso ha ufficialmente annunciato di essersi assic...
Lugano, l’analisi post-Inter: a preoccupare ... La partita con l'Inter, valida per la Casinò Lugano Cup 2019, ha mostrato un Lugano tanto, forse troppo, rispettoso del più blasonato avversario, ch...
Lugano, la certezza che si sta dimostrando tale ri... Già lo si era notato nel corso del girone di ritorno della passata stagione. In questo pre-campionato se ne è avuta la certezza: Noam Baumann è un e...
Amichevoli, il debutto di Valon Behrami non cambia... © Everton FC Impegnato nell'ultimo test pre-stagionale, il Sion ha collezionato il quinto pareggio in altrettante partite Di questi, ben quattro ...
Casinò Lugano Cup, mister Fabio Celestini: «Mi sar... Nonostante ci sia sempre qualcosa da migliorare, il tecnico bianconero Fabio Celestini vede il bicchiere mezzo pieno al termine della sfida amichevo...
Casinò Lugano Cup, il Lugano è troppo rispettoso (... L'edizione 2019 della Casinò Lugano Cup viene conquistata dall'Inter, che supera il Lugano 2-1 Nonostante la differenza di condizione atletica, i n...
Calciomercato, mentre avvia i contatti con Pajtim ... Michael Frey - © Twitter Fenerbahçe SK Dopo un solo anno in Turchia, Michael Frey potrebbe lasciare il Fenerbahçe, che dal canto suo ha avviato de...
Amichevoli, la «Fescht im Joggeli» va di traverso ... © FC Basel 1893 Nel quadro della Fescht im Joggeli per il 125° di fondazione delle due società, Basilea e Stoccarda hanno dato vita a un incontro ...