Domenica pomeriggio il San Gallo ospiterà il Lugano per la partita valevole per la 5ª giornata di Raiffeisen Super League

Quasi in contemporanea con il suo omologo Fabio Celestini, il tecnico biancoverde Peter Zeidler si è concesso ai microfoni sul mezzogiorno di questo venerdì per presentare la prossima sfida in programma. Ecco le sue rivelazioni riguardo i bianconeri:

«Negli ultimi scontri si è parlato molto, forse troppo, dell’intervento di Fabio Daprelà su Cedric Itten. Certo, è stato duro e brutale ed è costato al nostro giocatore la stagione, ma il bianconero è un ragazzo adorabile, che è riuscito a conquistarsi un posto da titolare. Vorrei che non si parlasse più di quell’episodio e mi piacerebbe magari discutere di un nostro successo. Al contrario di ciò che si racconta, il Lugano non è una squadra “da contropiede”, ha tante altre qualità. Con gli inserimenti di Filip Holender, ma anche di Francísco Rodríguez, Olivier Custodio o Marco Aratore, un nostro ex giocatore, il loro livello si è alzato. Dal canto nostro, in Coppa a Monthey non abbiamo avuto una partita semplice. Domenica potremo tuttavia contare sul supporto dei nostri tifosi, i quali, nonostante le due sconfitte casalinghe contro Lucerna e Young Boys, ci sono sempre stati vicini e hanno dimostrato anche in Vallese di tener molto alla squadra. Il nostro piano di gioco non concerne solo evitare le ripartenze veloci dei ticinesi. Dovremo prestare pure particolare attenzione anche alla loro modalità di interpretare la gara, che non sarà esclusivamente basata sul contropiede. Ho molto rispetto nei confronti del Lugano, però la mia concentrazione riguarda il mio effettivo. In settimana, i ragazzi si sono allenati bene e ci sono tanti elementi che mi fanno pensare in positivo. Le nostre intenzioni sono quelle di giungere alla lunga pausa dedicata alla nazionale vincendo il nostro incontro casalingo di domenica».