La conferenza stampa di presentazione del girone di ritorno dello Young Boys è stata l’occasione per il direttore sportivo Christoph Spycher di commentare in particolare cosa accade nel corso del mese di gennaio, in cui il mercato impazza ovunque

Finora, la società giallonera è l’unica di Raiffeisen Super League a non aver operato né in uscita, né tantomeno in entrata. Il motivo è presto spiegato: «Già prima dell’apertura della finestra invernale di calciomercato avevamo detto che non avremmo effettuato molti cambiamenti. Così, iniziamo la seconda fase di campionato con una rosa immutata».

Una chiusura totale non è però stata confermata. I club della massima serie hanno tempo fino a metà febbraio per migliorare il proprio roster: «Non è definitivo il fatto che non accadrà più nulla. Una società svizzera non può mai esserne certa, finché la finestra di mercato non si chiude definitivamente. Tuttavia, non metteremo in atto dei cambiamenti epocali».

(nella foto: Christoph Spycher, al centro, e Gerardo Seoane, a destra, nella conferenza stampa di presentazione del girone di ritorno – © BSC Young Boys)