Dopo Kylian Mbappé anche la Croazia dona il ricavato di Russia 2018 in beneficenza. Ma se il gioiellino francese lo ha fatto davvero, la notizia concernente la selezione balcanica è, purtroppo, falsa

Secondo una prima ricostruzione, il ct dei vice-Campioni del Mondo, il bosniaco Zlatko Dalić, avrebbe inviato una lettera, annunciato la donazione dei 23 milioni di € di premi ricevuti per la conquista del secondo posto iridato. Purtroppo, la notizia si è rivelata essere falsa e scritta da Igor Premuzić, il quale si è inventato tutto, ammettendo di aver agito pensando a un “mondo parallelo” di uno “sportivo patriota”.

La conclusione della storia avrebbe dovuto permettere a numerosi bambini croati, tramite un’associazione, di godersi le vacanze estive in una località di mare. Nella lettera fasulla il tecnico balcanico attaccava in maniera violenta la classe dirigenziale del paese, accusandola di corruzione con organizzazioni criminali.

A smentire e a mettere la parola fine alla vicenda ci ha pensato Tomislav Pacak, portavoce della Federazione Croata di Calcio, il quale ha dichiarato che “il testo di cui si sta parlando è falso, Zlatko Dalić non l’ha mai scritto”.