Analizziamo la finalissima Francia-Croazia di Russia 2018.

Deschamps schiera la sua squadra con il modulo 4-4-1-1 per tutto l’incontro, mentre Dalic parte con la sua Croazia con il 4-3-3 per poi passare all’82’ con il 3-5-2 per intrappolare la Francia a centrocampo, rischiando in difesa.

Croazia padrona del campo con un possesso di 41′ vs 23′, oltre ad essere più precisa nei passaggi e con 14 occasioni da rete contro 8 della Francia.

La Croazia recupera il 35% dei palloni in zona 3, Strinic il migliore con 11 palle recuperate, mentre per la Francia il migliore è Pogba, il recupero palla dei francesi avviene invece in zona 1.

Nei duelli offensivi i migliori 4 della Francia sono Griezmann, Mbappe, Pogba e Giroud, che vincono 27 duelli su 49 (55%), mentre i migliori 4 della Croazia, Rebic, Perisic, Modric e Rakitic, ne vincono 23 su 37 (62%). Dunque più spunti personali da parte della Francia ma con una percentuale di riuscita inferiore rispetto ai croati.

I francesi hanno tirato verso la porta 8 volte (escluso il rigore) di cui 6 nello specchio, percentuale alta del 75%, mentre la Crozia lo ha fatto 14 volte ma solo 3 nello specchio della porta (21%).

Clicca qui e leggi tutti i dati della finalissima Russia 2018!