La finale per il terzo e quarto posto risulta essere la replica del confronto della fase a gironi: il Belgio si impone 2-0 sull’Inghilterra grazie a un gol di Meunier a inizio partita e a uno di Hazard verso la fine, assicurandosi il gradino più basso del podio

Doccia fredda iniziale per la nazionale inglese, in campo con una squadra un po’ rivoluzionata, soprattutto a centrocampo. Non trascorrono che quattro minuti e i ‘Diavoli Rossi’ passano in vantaggio. Romelu Lukaku riceve una palla in posizione centrale, passa sulla sinistra a Nacer Chadli, che non ha dubbi e crossa immediatamente per Thomas Meunier, il grande assente della semifinale con la Francia, il quale esegue una diagonale da manuale e anticipa Danny Rose, infilando sotto le gambe un incolpevole Jordan Pickford.

Harry Kane, capocannoniere della rassegna, ha le polveri bagnate e giù di corda. Al 24′ il capitano dei ‘Tre Leoni’ riceve un pallone invitante da Raheem Sterling, ma “sbuccia” la conclusione, calciando malamente e debolmente e lato. È l’immagine odierna della squadra di Gareth Southgate, che pare svogliata e senza ambizioni. Al contrario di un Belgio, che sta controllando l’incontro senza particolari affanni, difendendo con ordine.

L’Inghilterra approccia la ripresa con un altro piglio, decisamente più offensivo, senza tuttavia riuscire a mettere veramente in ambasce la retroguardia belga. La selezione dello spagnolo Roberto Martínez rimane nella propria metà campo, lasciando l’iniziativa agli avversari, che, nonostante un baricentro più alto, paiono avere le idee oscurate.

Un errore di posizionamento della difesa belga permette a Eric Dier di ritrovarsi a tu per tu con Courtois. Il centrocampista, pupillo del ct Southgate, supera con uno scavetto l’estremo difensore del Chelsea, ma il suo tocco è troppo debole, il che consente a Toby Alderweireld di allungarsi sulla linea e respingere il pericolo. Il minuto è il numero 69 e i ‘Diavoli Rossi’ sono sempre più vicini al gradino più basso del podio.

Come logica vuole, l’Inghilterra si sbilancia e il Belgio si ritrova delle autostrade verso la porta difesa da Pickford. Su un contropiede a un quarto d’ora dalla fine, Dries Mertens si ritrova al limite dell’area. Il suo tiro a giro è inguardabile e l’occasione sfuma. Cinque minuti più tardi, un’azione da manuale sull’asse Kevin De Bruyne-Dries Mertens porta alla conclusione al volo Meunier. Il numero uno dell’Everton si supera, mantenendo intatte le speranze dei suoi di agguantare il pareggio.

Un pareggio che non arriva, perché capitan Hazard mette in ghiaccio la partita. Dopo aver ricevuto una gran palla in profondità da De Bruyne, il 10 belga supera Pickford sul primo palo. Per i giocatori di giallo e nero vestiti il terzo posto è così realtà. Lo scotto di aver perso con la Croazia è stato un boccone amarissimo non ancora digerito dagli inglesi, impalpabili per la maggior parte dei novanta minuti odierni.