Andreas Wittwer – © Benjamin Manser/tagblatt.ch

Alcuni giorni fa il San Gallo ha reso noto in via ufficiale che il contratto in scadenza con il laterale sinistro Andreas Wittwer non verrà rinnovato. L’oramai ex calciatore biancoverde si è ora espresso a tal riguardo, lanciando una pepata frecciatina nei confronti del direttore sportivo Alain Sutter

Nei tre anni trascorsi nella Svizzera orientale, il 28enne ha disputato 103 incontri con un bottino personale di 4 reti e 10 assist. Ha assolto la maggior parte dei duello da titolare con un esito del tutto positivo. Ciononostante, nella conferenza stampa di presentazione della stagione, il dirigente biancoverde ha asserito di “aver concordato il tutto, in quanto il calciatore ha comunicato di avere altri piani [per il suo futuro]”.

Dalle colonne del St. Galler Tagblatt, il terzino svizzero nutre qualche legittimo dubbio riguardo le dichiarazioni rilasciate da Sutter: “Nel corso della stagione è successo di tutto e di più. Innanzitutto, volevo andare in vacanza per schiarirmi le idee che avevo in testa. Però, ho anche detto che avremmo sicuramente cercato una strada comune. Non ho mai visto un giocatore che telefona direttamente al direttore sportivo. Ho atteso più volte una sua chiamata, ma non è mai arrivata. Un giocatore non chiama la società e la prega di sottoscrivere un nuovo contratto”.

“La situazione è alquanto incomprensibile, sono estremamente deluso da Alain Sutter. A suo favore, resta il fatto di parlare chiaramente davanti al gruppo e mostrarsi una persona comprensiva. E poi, si vedono queste azioni… Sarebbe stato completamente corretto, perché nel calcio, a volte, funziona così. Ma perché dare la colpa alla mia persona”, la chiosa un po’ polemica dell’oramai ex calciatore biancoverde Andreas Wittwer, dal 1° luglio libero di cercarsi una nuova sistemazione.

Potrebbero interessarti anche queste notizie: