Nella vittoria del Lugano spicca la prestazione complessiva di tutti gli elementi che hanno calcato il terreno sangallese. I titolari e i sostituti hanno dimostrato che con l’unità di intenti si può arrivare lontano, dovunque

Joël Kiassumbua – 4,5 – a 25 anni è al debutto assoluto in Super League. Non si fa intimorire e si fa trovare pronto in due occasioni giunte su due deviazioni dei propri compagni. Molto attento;

Dragan Mihajlovic – 4,5 – torna sulla destra nei quattro di difesa. Dove lo metti, lui sta. È il vero jolly della squadra e svolge sempre il proprio compito in maniera più che egregia;

Fulvio Sulmoni – 5 – contiene alla grande un rapace dell’area di rigore come Buess non lasciandogli in benché minimo spazio per rendersi pericoloso. Una roccia;

Steve Rouiller – 5 – sostituisce lo squalificato Golemic, dando il suo prezioso contributo nella zona arretrata del campo. I suoi interventi sono puliti e mai sopra le righe;

Fabio Daprelà – 4,5 – San lo ammonisce (ingiustamente) e lui salterà lo Young Boys. Peccato, perché è in netta crescita e dalle sue parti non si passa;

Mario Piccinocchi – 4 – non si vede molto, ma ciò significa che il suo lavoro “oscuro” serve a illuminare i suoi compagni;

Cristian Ledesma – 4 – 55 minuti in cui vede il giallo per un fallo sulla tre quarti difensiva e in cui cerca di fare ciò che gli riesce meglio: il regista;

(56′ Mattia Bottani – 4,5 – torna in squadra dopo la defezione per infortunio contro il Lucerna e conferma che il suo rendimento può solo crescere);

Jonathan Sabbatini – 5 – un’inzuccata che dà la spinta per conquistare i tre punti in terra biancoverde. Il capitano è ritrovato e offre una prestazione molto solida;

Davide Mariani – 5 – stavolta non segna (anche se ci prova in più di un’occasione), ma offre due assist al bacio per Sabbatini e Junior: cosa chiedergli di più?;

(89′ Antonini Culina – s.v. – gli ultimi scampoli di gioco per il croato);

Alexander Gerndt – 4 – come suo solito, si sbatte per tutti i minuti in cui rimane in campo, subendo pure una marea di falli (non sanzionati). Esce stremato;

(79′ Bálint Vécsei – s.v. – dà fosforo al centrocampo negli ultimi dieci minuti);

Carlinhos Junior – 5 – a inizio ripresa di divora un gol già fatto. Poi la progressione “alla Usain Bolt” mette le ali a lui e alla squadra che si ritrova tutt’un tratto settima;

Pierluigi Tami – 5 – non aveva diretto la rifinitura di ieri a causa di un corso dell’ASF. Opta (non tutti avrebbero avuto tale coraggio) per il cambio del portiere e Kiassumbua risponde presente. Ora, occorrerà ricaricare le batterie, perché all’orizzonte (giovedì) c’è l’impegno casalingo in Europa League.

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

Lugano, è finalmente il sole ad accompagnare il ri... Dopo una ventina di giorni in cui il clima ha condizionato le sedute giornaliere, ecco che questo pomeriggio, al ritorno in campo, i bianconeri sono...
Lugano, una settimana “soft” prima del... Nel corso della prima settimana di sosta dedicata alle varie selezioni nazionali, i giocatori bianconeri si ritroveranno in quattro occasioni Il pr...
RSL, continua senza sosta l’apprendistato de... Le prime due giornate di campionato avevano mostrato un Neuchâtel Xamax esaltato dalla promozione nella massima serie elvetica. Tre mesi e mezzo dop...
RSL, lo Young Boys mette in cassaforte il titolo d... © Twitter BSC Young BoysAl termine del girone d'andata mancano ancora quattro turni, ma il titolo intermedio di campione d'inverno è già stato me...
RSL, il sabato sera delle topiche arbitrali Nei due anticipi della quattordicesima giornata di Raiffeisen Super League a risultare protagonisti sono i due direttori di gara Da una parte U...
Lugano, l’analisi post-Lucerna: una sconfitt... La chiara sconfitta per quattro a uno per mano del Lucerna non ha rispecchiato i valori presentati sull'inzuppato terreno di Cornaredo Sin dai prim...
Lugano-Lucerna, la moviola: due rigori negati ai b... Rivista alla moviola, la prestazione del direttore di gara ha penalizzato in due occasioni il Lugano, graziandolo una volta Su due interventi all'i...
Lugano-Lucerna, le pagelle: Da Costa e un errore c... La serata-no del Lugano è stata contraddistinta da tre pali e dall'errore (giustificabile) di David Da Costa sul raddoppio ospite David Da Costa - ...
RSL, il Lugano sbatte contro i pali e il cinismo d... Il Lucerna continua a essere la bestia nera del Lugano. I confederati superano i bianconeri per la quarta volta consecutiva in campionato, capitaliz...
RSL, anche il Sion sarà attivo durante la sosta de... © Twitter FC SionL'ultima sosta annuale dedicata alle selezioni nazionali è il momento propizio per mettere a punto delle strategie in vista dell...