Dal “Buchlern”, il rilancio di Endogan Adili ?

Ci sono belle favole e ci sono favole belle. Quella di Endogan Adili avrebbe potuto anche diventare un film per ragazzi. Oggi, sembra solo la copia sbiadita di un sogno. Soltanto ai più attenti ed appassionati sarà capitato di leggere il suo nome sulla maglia numero 25 del FC Kosova. Purtroppo, per il l’ambizioso club zurighese, l’incrocio di destini con il 24enne giocatore più veloce a segnare un goal nella storia della Super League, è coinciso con le prime due sconfitte della stagione contro Baden e San Gallo. Una semplice coincidenza che non è però passata inosservata sulla stampa zurighese.

A 15 anni, Adili realizzò la rete del 4-1 per il Grasshopper ad Aarau, 10’ dopo il suo debutto in Super League. Un goal che commosse tutti gli appassionati proprio per le lacrime di gioia del ragazzo nel festeggiare la rete. 15 anni, 9 mesi e 10 giorni: per la “Aargauer Zeitung” un “prodigio”; per il “Blick” “un eroe”. Il GC non riuscì (o non volle) estendere il contratto di Adili che nel 2013 passò al Basilea. La rottura dei legamenti di un ginocchio, il primo segnale di una favola destinata ad essere scritta al contrario. Nel 2014, il sorprendente trasferimento al Galatasaray: allora, il “Tages-Anzeiger” scriveva di una “trattativa nell’ignoto”.

In realtà, Adili non ha mai avuto un ruolo chiaro in seno al club di Istanbul. Adili viene poi ceduto a Wil per una stagione (quattro partite ufficiali). Dopo il suo ritorno al “Gala” ha segnato nell’estate 2016 alla “Uhrencup” di Grenchen contro lo Zurigo. Di padre turco e madre albanese, Adili torna a Zurigo a 24 anni e veste la maglia del FC Kosova. Per ora, nessuno ha ancora ipotizzato come la favola potrà concludersi. Le pagine sono tutte da scrivere.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
Visit Us
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS

Anche questi articoli potrebbero interessarti: