Alle ore 20.00 in quel di Mendrisio si sono affrontate due squadre che si conoscono molto bene, i locali contro il Castello.

Come sempre il Mendrisio inizia cercando di creare gioco con palla a terra, ma il Castello riesce a marcare alto e rompe le diagonali di passaggio avversarie.

I padroni di casa si innervosiscono e gli ospiti riescono a rendersi pericolosi al 13′, Lagrotteria colpisce un palo pieno con un bel tiro da fuori area, ancora Castello al 24’ con Kandiah che mette in mezzo un pericoloso pallone ma nessuno dei compagni ne approfitta. Al 20’ si vede il Mendrisio in avanti con un colpo di testa di Afonso che non entra in porta per una deviazione di un avversario ma la grande occasione è degli ospiti al 24′ al limite dell’area piccola, Spagnuolo tira a colpo sicuro ma un compagno devia fuori, dalla parte opposta un minuto più tardi Damo recupera una palla al limite, tira ma troppo alto. Ancora Mendrisio con Pino al 35′ ma Martinazzo devia molto bene e si ripete al 38′ su tiro di Mascazzini da fuori area. Primo tempo 0-0.

Nella ripresa entra Polli al posto di Rey e Lacentra al posto di Afonso e sembra un altro Mendrisio, decisamente più in palla. Già al 46′ ci prova Righetti di precisione ma Martinazzo para benissimo, ma al 49′ si fa sorprendere da una punizione di Mascazzini che nessuna devia e la palla entra in rete. Ci prova Polli al 52′, entra in area ma tira a lato, un minuto più tardi Mazzetti tira dai 25 metri e, complice una deviazione, il pallone sorvola Martinazzo e termina in rete, 2-0. Nonostante due reti rocambolesche il Mendrisio si trova meritatamente in vantaggio per quanto espresso in questa prima parte della ripresa, ma ora il Castello non ci sta e ci prova prima con Lagrotteria un minuto più tardi ma Prati para a terra, ma non può niente su colpo di testa di Santillo (in campo per effetto sospensivo della squalifica in attesa del ricorso ndr) al 67′, 2-1.

Al 73′ ci prova Polli con un tiro potente ma Martinazzo para in sicurezza, mentre dalla parte opposta il nuovo acquisto Prati si trova in 1 contro 1 con un attaccante e riesce a rubare la palla a terra impedendo la rete del pareggio. Nonostante qualche ripartenza in contropiede da ambo le parti non succede nient’altro, la partita termina con il risultato di 2-1 per il Mendrisio.

La squadra di casa lamenta alcune assenze importanti e alcuni giocatori non ancora in forma perfetta, il campionato parte il 10 agosto con il “derby” ticinese contro il Gambarogno-Contone di mister Peschera, vedremo se riuscirà a recuperare gli infortunati.

Dal canto suo il Castello ha giocato una buona partita impedendo il gioco del Mendrisio nel primo tempo e ha avuto una buona reazione dopo aver subito le due reti, Spagnuolo e Lagrotteria hanno reso difficile il lavoro della difesa avversaria.