© sport.ch

L’intera Raiffeisen Super League si aggrappava allo Zurigo, ultima squadra svizzera rimasta in gioco nelle competizioni europee, per mantenere il posto nella Top 15 del calcio. Invece, l’eliminazione ma, fattore più importante, non l’aver segnato nel ritorno a Napoli, ha ufficialmente decretato la discesa in classifica!

Per decidere il numero di formazioni che hanno il diritto a partecipare a una sua competizione, la UEFA si basa su una graduatoria che prende in considerazione i risultati ottenuti dai vari club nell’arco degli ultimi cinque anni. A causa della prematura uscita di Basilea, Lucerna, Young Boys e Zurigo, la Svizzera ha perso ben quattro posizioni, ritrovandosi di conseguenza fuori dalle migliori quindici, superata perfino dalla Danimarca.

Cosa significa nello specifico? Per primo, chi si aggiudicherà il campionato non sarà ammesso direttamente alla fase a gironi di UEFA Champions League, ma dovrà superare almeno due turni preliminari. Il vincitore della Coppa nazionale (che garantiva i gironi di UEFA Europa League) dovrà anch’egli confrontarsi con lo scoglio delle qualificazioni.

Tutto ciò accadrà a partire dalla stagione 2020-2021, in cui la seconda e la terza classificata in campionato si giocheranno il passaggio al turno principale della seconda manifestazione europea per importanza, disputando, rispettivamente, tre e quattro turni preliminari!

E pensare che a inizio stagione la Svizzera occupava il 12° rango…

Potrebbero interessarti anche queste notizie: