Mario Gavranović – © net.hr

È stata una serata dai colori rossocrociati quella che ha proposto le gare di andata degli ottavi di finale di UEFA Europa League

A Zagabria si è giocato il match tra i locali della Dinamo e i portoghesi del Benfica, entrambi leader dei rispettivi tornei nazionali. Si sono imposti i croati grazie alla rete su calcio di rigore messa a segno da Bruno Petković al 38′. È saltato il confronto in campo tra Haris Seferović e Mario Gavranović, ma solo perché il primo è uscito infortunato dopo 35 minuti, mentre il secondo è entrato all’interno del rettangolo verde all’88’ in sostituzione dell’autore del gol decisivo.

A Francoforte è andato invece in onda il confronto tra l’Eintracht e l’Inter. Al termine dei primi novanta minuti il risultato è di totale parità. Nello 0-0 della Commerzbank-Arena i nerazzurri hanno fallito un penalty al minuto 22: Marcelo Brozović si è fatto respingere la conclusione da Kevin Trapp. Da notare che a guidare i padroni di casa è stato lo svizzero Gelson Fernandes, insignito della fascia di capitano.

A Rennes, infine, la partita tra i transalpini e l’Arsenal si è chiusa sul 3-1 a favore dei francesi. Al vantaggio londinese di Alex Iwobi al 4′ hanno risposto Benjamin Berigaud al 42′, l’autorete di Nacho Monreal al 65′ e il tris di Ismaila Sarr all’88’. La prestazione sottotono del regista rossocrociato Granit Xhaka, ammonito al 61′, ha scatenato l’ira del web e dei tifosi dei Gunners, che si sono scagliati una volta di più contro il 26enne elvetico.