© BSC Young Boys

Lo Young Boys, attuale capolista di Raiffeisen Super League con un punto di margine sul Basilea e due sul San Gallo, ha comunicato un partenariato con CSL Behring, che influirà sul nome dell’impianto di gioco

Come annuncia la società giallonera in una nota apparsa sul proprio sito web ufficiale, «una pietra miliare è stata posata per li Young Boys, i suoi sostenitori e la città di Berna: i tifosi dell’YB tornano nel “loro” stadio del Wankdorf. Dalla stagione 2020-2021, lo Stade de Suisse cambierà nome e si “trasformerà” in Wankdorf. Ciò è reso possibile da CSL Behring. Il leader del settore biotecnologico e BSC Young Boys hanno siglato una partnership quinquennale per lo stadio con un’opzione per altri cinque anni, a partire dall’estate 2020».

Hanspeter Kienberger, Presidente del Consiglio d’Amministrazione dello Young Boys, ha commentato: «Siamo molto lieti di poter presentare un partner dello stadio forte e innovativo come CSL Behring e siamo particolarmente lieti che il desiderio di lunga data della società di riconquistare il nome Wankdorf nella designazione dello stadio sia soddisfatto da parte di CSL Behring, il nuovo partner dello stadio che ha deliberatamente rinunciato a utilizzare il suo nominativo, agendo invece come mecenate».

Wanja Greuel, CEO di BSC Young Boys: «L’ingresso di CSL Behring come partner dello stadio si adatta perfettamente alla nostra strada ed è di grande importanza per noi al fine di raggiungere gli ambiziosi obiettivi sportivi. Insieme vogliamo sviluppare ulteriormente la posizione di Berna e del Wankdorf. È probabile che ci siano nuovi modi per far avanzare il nostro club nei vari settori dello stadio. CSL Behring e lo Young Boys condividono gli stessi valori per i quali si posizionano come società tradizionali e moderne».

Pierre Caloz, responsabile dei siti produttivi di CSL Behring in Europa, in Asia e nella zona del Pacifico: «Il ritorno del nome originale Stadion Wankdorf ha un grande valore emotivo per noi: CSL Behring è ancorato nel distretto del Wankdorf da 70 anni. Siamo inoltre felici per i nostri oltre 1’700 dipendenti: abbiamo dei vicini eccellenti come l’YB e lo stadio, sfruttiamo già sinergie e potenzialità e siamo orgogliosi di poter intensificare la nostra cooperazione. Il Wankdorf è un luogo in cui queste emozioni e questi valori ci collegano, ma soprattutto, il nostro impegno nel distretto del Wankdorf dovrebbe essere sostenibile – a beneficio di tutti i tifosi bernesi, ma anche dell’intera popolazione e dei nostri dipendenti».