© Twitter FC Zürich

A seguito del pesante kappaò rimediato a Cornaredo venerdì sera, la posizione di Ludovic Magnin è sempre più in bilico

I tanti sostenitori zurighesi giunti in Ticino per spingere i propri beniamini si sono irritati e, al triplice fischio finale dell’arbitro Sandro Schärer, hanno manifestato tutto il loro disappunto, fischiando i giocatori e invitandoli a un confronto faccia a faccia sotto la curva.

Anche il Presidente del club Ancillo Canepa sembrava aver perso la pazienza. Ma, dopo una notte di riflessione, non ha mosso un dito contro il suo tecnico, il quale ha incassato ulteriore fiducia: “L’allenatore non si tocca, non è un tema di discussione! Siamo tutti sulla stessa barca e abbiamo l’obbligo di uscire da questa situazione tutti assieme”.

“Contro il Lugano – prosegue il patron tigurino -, nonostante fossimo a conoscenza delle caratteristiche dei bianconeri, non abbiamo trovato le soluzioni che ci eravamo prefissati”. Nel girone di ritorno, l’FCZ ha collezionato solamente 9 punti in 12 incontri. Solo i cugini del Grasshopper hanno fatto peggio…