Ripartire con il piede giusto

Lo Zurigo ha chiuso il 2017 con due sconfitte pesanti. Sconfitta in casa contro il Lucerna al Letzi e pesantissima alla Pontaise subendo ben cinque gol. E pensare che prima del confronto contro il Losanna era la difesa meno perforata della Super League con solo 16 gol subiti.

Però lo Zurigo dovrà ripartire nel 2018 nei migliori dei modi. C’è da difendere un posto sul podio che è sinonimo di qualificazione al torneo di Europa League.

Nel 2017 (tra Challenge e Super League) lo Zurigo ha abituato bene i suoi tifosi. Le vittorie allineate hanno diffuso entusiasmo e allegria. Il gioco espresso e la determinazione messa in campo ogni volta hanno fatto volare la classifica e la fantasia. E’ per questo che il finale dell’anno ha lasciato l’amaro in bocca. Giocatori stanchi, sottotono. E quella sensazione di rassegnarsi  troppo presto agli eventi.

Insomma si è interrotto quel cammino poderoso che sembrava destinato a grandi traguardi.
La conseguenza immediata è la rinuncia al sogno di vincere il titolo. Troppo forti e lontane le due in testa. E’ pur vero che la matematica non chiude le porte per i sogni Ma la seconda parte della stagione per i tigurini è tutta da vivere.

La logica dice che lo Zurigo dovrà guardarsi alle spalle: San Gallo (un punto), Losanna (tre) e GC (4).
Poi c’è il derby. Si quello che si giocherà il 28 del mese di febbraio – semifinale di Coppa Svizzera – e se lo Zurigo lo vincesse andrebbe a giocare la finalissima dopo appena due anni dall’ultima, poi vinta contro il Lugano.
Sperare in una seconda parte di stagione meravigliosa e folle è il massimo per tutto l’ambiente a partite dal suo allenatore dove i giocatori lo capiscono. Lo acoltano e lo seguono e lo Zurigo va…

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
Visit Us
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS